PSICOTERAPIA ESPRESSIVA

 

QUI PUOI TROVARE : 

  • Sostegno Psicologico e Psicoterapia per adolescenti

  • Sostegno Psicologico e Psicoterapia per adulti 

  • Sostegno Psicologico e Psicoterapia per donne vittime di violenza, di abusi e maltrattamenti, stalking e mobbing

  • Sostegno psicologico e psicoterapia per familiari e vittime della strada   

 

COS'E' LA PSICOTERAPIA ESPRESSIVA ?  

Nella psicoterapia espressiva si utilizzano dei codici di comunicazione preverbale che assumono significato all'interno della relazione terapeuta-paziente. Il gesto, le sequenze di movimento e i prodotti artistici assumono senso e un significato importante durante il setting terapeutico. I contenuti emersi, riconosciuti ed accolti vengono gradualmente integrati nella coscienza.  

 

La Psicoterapia Espressiva è una forma di psicoterapia integrata che utilizza strumenti e metodologie che derivano dall'Arte e dalla Danza Movimento Terapia. Inizialmente negli anni '40 di ispirazione psicoanalitica classica freudiana e junghiana si orienta successivamente, dagli anni '70, sulla Teoria delle Relazioni Oggettuali che diventa il modello teorico di riferimento principale. La corrente di pensiero degli Psicoanalisti Indipendenti Britannici con M. Klein, W. Bion, D. Winnicott, M. Milner, ecc. costituiscono il tappeto teorico su cui psicoanalisti danzatori come M. Chase, M. Whithouse, J. Chodorow, e coreografi come R. Laban e J. Kestenberg sviluppano metodi terapeutici che introducono il movimento come mezzo di espressione e di comunicazione nella relazione terapeuta-paziente, e creano una metodologia di osservazione e di decodificazione del movimento molto dettagliata e scientifica, che offre una griglia di lettura articolata e puntuale dei processi mentali, emotivi, cognitivi ed evolutivi dell'individuo. Il processo terapeutico favorisce l'integrazione psico-corporea e l'espressione di contenuti inconsci preverbali.  

 

Nell'arte terapia è da ricordare Arthur Robbins che ha portato al centro del processo terapeutico l'elemento grafico come mezzo espressivo e comunicativo utile al fine di prendere coscienza e trasformare immagini interne in materiale conscio.

 

ll setting è diverso rispetto alla psicoterapia verbale in quanto si stimola l'uso non solo della parola, ma anche e soprattutto l'utilizzo di materiale e di produzioni artistiche o di gesti e sequenze di movimento che emergono durante la seduta e che sono ricchi di significato.  

 

Le psicoterapie espressive possono essere un valido aiuto nelle situazioni in cui vi è difficoltà o degenerazione dell'espressione verbale, nelle psicosi e nell'autismo, nei disturbi della personalità borderline e narcisista, nelle varie forme di patologie organiche acute o croniche, nei disturbi neurologici : morbo di Crohn, Parkinson, Alzhaimer, Sclerosi Multipla, SLA nei disturbi del comportamento alimentare, nei casi di violenze e abusi, nella dipendenza da sostanze. La psicoterapia espressiva si è rivelata utile anche nel trattamento delle sindromi da stress post-traumatico, nei disturbi psicosomatici, nelle fasi di passaggio delicate o di crisi legate al ciclo della vita, come la menopausa, l'adolescenza, in caso di lutto, di separazione. E' efficace nel trattamento in contesti interculturali e multietnici.  

 

www.arttherapy.org 

Informazioni

Compila con i tuoi dati e invia